Sole e benessere

Il sole è benessere.Il sole è sempre stato venerato in tutte le mitologie antiche come simbolo della vita. Non a caso se si spegnesse nel nostro pianeta la vita si estinguerebbe in brevissimo tempo.
Ha molteplici vantaggi sia fisici che mentali per gli essere umani. L’esposizione al sole è fondamentale per la salute delle nostre ossa. I suoi raggi attivano il processo di bio-sintesi della Vitamina D della pelle, aiuta l’assorbimento del calcio e ne consente la fissazione sulle ossa, con un effetto anti-rachitismo importantissimo nei bambini, e con effetto sull’osteoporosi a partire dall’adolescenza.
Una esposizione al sole non smodata ha un’azione germicida che stimola il sistema immunitario, migliorando quindi alcuni disturbi della pelle quali psoriasi, eczemi e dermatiti atopiche.

Il sole è benefico anche per il nostro umore, i suoi raggi stimolano la produzione di endorfine che sono gli ormoni dell’euforia, funzionando quindi da antidepressivo naturale.
Il sole agisce anche su un altro ormone del benessere, la serotonina utile al rinvigorimento fisico e mentale. Non è un caso che nei Paesi nordici dove l’inverno è molto lungo e si vive molte ore al buio con solo 3 o 4 ore di luce al giorno, i disturbi dell’umore sono molto più diffusi.
Ultimo e non ultimo in ordine di importanza, ci si abbronza. Una pelle abbronzata risulta visivamente più sana e da più sicurezza nei rapporti sociali.

Il sole però può essere un arma a doppio taglio se non viene fatta attenzione ad esporsi con moderazione, proteggendo la pelle con creme solari dal fattore protettivo adatto alla propria tipo di carnagione, evitando se possibile le ore più calde della giornata.